L’importanza delle primarie di coalizione del centrosinistra

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 25 Novembre si terranno le primarie di coalizione del centrosinistra. Sarà un crocevia importante della politica italiana poiché in quest’occasione si deciderà il prossimo candidato che concorrerà alla Presidenza del Consiglio nella primavera del nuovo anno. Ma l’utilità di questo avvenimento non sarà solo questa. Tutti i candidati hanno infatti sottolineato come queste primarie hanno come fine principale quello di riavvicinare la politica ai cittadini, travolti da quest’ondata di sfiducia verso l’intero sistema istituzionale. In questi mesi abbiamo sentito parlare spesso di un progressivo successo riscontrato dal Movimento a 5 Stelle che, di fatto, non sta facendo altro che cavalcare l’onda andando ad incrementare, se mai c’è ne fosse stato bisogno, questo clima di antipolitica.

Ritengo che troppo spesso, specialmente in quest’ultimo periodo, soprattutto nel nostro paese, si sono creati i presupposti per dare ragione a questo filone di pensiero e in questo i media, alla continua ricerca della spettacolarizzazione della notizia, non hanno di certo aiutato. Certo, sono convinto che ad oggi è molto difficile dare torto a chi definisce il nostro Stato “governato da alcuni soggetti che hanno fatto dell’immoralità un punto fermo del loro operare politico” prendendo in prestito una definizione del nostro Capo dello Stato. Anzi effettivamente chiamarla immoralità, è un eufemismo…….Oggi coloro che lavorano onestamente, sono costretti a leggere ogni giorno sui quotidiani di episodi a dir poco vergognosi, di questo o quel politicante di professione che sfrutta la sua posizione per arricchirsi ingiustamente alle spalle del sistema o più in generale alle spalle di coloro che si adoperano affinché questo paese possa ripartire. Per molti italiani (tra i quali me stesso) leggere sui quotidiani nazionali e locali che esiste anche solo la possibilita’ che personalità come Nicole Minetti possano ottenere un vitalizio da 1300 euro al mese, per aver avuto il “merito” di avere portato a termine mezza legislatura, e’ qualcosa di indicibile. Al di la del soggetto interessato, che non mi interessa commentare, ritengo più interessante capire, come si può pensare di spiegare tutto ciò a chi è costretto ad arrancare fino a sessanta e più anni per ottenere quello che è stato definito “una piccola pensione….” dalla stessa ex consigliere regionale della Lombarida in un’interessante intervista su Diva e Donna………………………………….. (vedi link al fondo). Come si possono spiegare i Fiorito, i Lusi, i titoli di studio presi in Albania per legittimare posizioni rilevanti occupate in Italia? Senza dubbio e’ un sistema malato che va riformato nel profondo ma siamo sicuri che l’antipoplitica sia la medicina più giusta? Non credo. In questo momento il nostro paese ha bisogno di riacquistare credibilità prima di tutto tra gli elettori italiani e poi anche nei confronti dell’Europa. Sono convinto che l’Italia non ha bisogno di soggetti che inneggiano alla rivolta, ha bisogno di un progetto serio che sappia coniugare quanto di buono fatto dal governo Monti arricchito da qualche proposta innovativa che punti allo sviluppo economico, all’equita’ sociale e alla giustizia. Serve un governo che sappia affrontare seriamente, senza fare allarmismi o i soliti campanilismi che ingenerano solo le cosiddette “lotte tra poveri”, questioni come l’occupazione, il welfare e la tassazione ad esempio. L’Italia ha bisogno di iniziare a riscrivere la sua storia, guidata da un centrosinistra forte. Alle primarie serve anche il tuo contributo! Non mancare…. .

Gianluca Treccarichi

 

 

 

(http://gossip.fanpage.it/minetti-senza-freni-sono-stata-con-una-donna-non-vivo-senza-sesso/)

 

 


Powered by Buildforyou - Creazione siti web

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress | Designed by: video game | Thanks to seo services, seo service and Etiketten drucken