Progetto di lavoro temporaneo per una trentina di collegnesi grazie al contributo della Compagnia di San Paolo

Anche quest’anno la Compagniadi San Paolo ha stanziato un’ingente somma per finanziare progetti di valenza sociale sul territorio, coerenti con l’iniziativa “Reciproca solidarietà e lavoro accessorio”. L’Amministrazione Comunale di Collegno ha confermato l’adesione all’iniziativa anche per l’anno 2012 e quindi riceverà circa 92.000 euro da utilizzare per attuare progetti sul territorio, in continuità con lo scorso anno quando i fondi stanziati erano stati pari a 111.000 euro e utilizzati per progetti coerenti con le linee guida della Compagnia. Nel 2011 i progetti finanziati sono stati 20, presentati da 16 enti no profit, e 34 sono stati i prestatori d’opera coinvolti.

anche per il 2012 il progetto “Reciproca solidarità e lavoro accessorio” si pone il fine di contrastare la crisi occupazionale e valorizzare competenze ed energie presenti sul territorio, coinvolgendo giovani e lavoratori espulsi dal sistema produttivo. Lo stumento utilizzato è quellodel voucher per prestazione di lavoro accessorio a seguito di presentazione di proposte progettuali da parte di enti no profit. Nello specifico si tratta di finanziare attività di giardinaggio, pulizia e manutenzione edifici, strade parchi e monumenti, oppure manifestazioni sportive, culturali, fieristiche, o lavori di emergenze o silidarietà.

Possono usufruire di tali opportunità cittadini italiani e stranieri, con regolare permesso di soggiorno che rientrino in una fascia di reddito ISEE non superiore a 25,000 euro e che siano:

  • in situazioni di disagio economico dipendenti della crisi occupazionale verificatesi a partire dal 1 settembre 2008 e proseguita negli anni successvi;
  • giovani con meno di 25 anni di età regolarmente iscritti a un ciclo di studi universitari;
  • giovani con meno di 29 anni di età in situazione di disagio che ancora non siano entrati nel mondo del lavoro.

Ogni singolo potrà usufruire, tramite voucher, di un importo massimo di 3.000 euro netti per l’anno 2012 (che dovranno sorrispondere ad un minimo di 200 ad un massimo di 400 ore lavorative). Fino al 20 maggio coloro che rientrano nelle caratteristiche richieste possono dare la propria disponibilità al progetto recandosi presso l’Ufficio Lavoro  del Palazzo Civico di Collegno.

“In una fase economica come questa, quanto mai critica – spiega il Sindaco Silvana Accossato – ben venga uno strumento in grado di mitigare gli effetti negativi della crisi occupazionale e rivolto a soggetti quali coloro che hanno perso il lavoro e i più giovani. Si tratta inoltre di un progetto utile per creare un ritorno sotto forma di servizi per la città, che inoltre valorizza il ruolo dell’associazionismo collegnese”.

 

 (Fonte Collegno Notizie del 23/03/2012)

 


Powered by Buildforyou - Creazione siti web

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress | Designed by: video game | Thanks to seo services, seo service and Etiketten drucken