Quando i Giochi Olimpici diventano un modello da seguire….

Le Olimpiadi di Londra si sono ormai concluse e, oltre ad averci lasciato un medagliere ricco di soddisfazioni, grazie alle imprese dei nostri atleti, ci ha lasciato un mio avviso, un importante messaggio. In questo periodo di travolgente crisi molte volte si rischia di perdere anche quei pochi punti di riferimento che abbiamo nella vita di ogni giorno. Fu Pierre de Coubertin a riportare i Giochi Olimpici in vita, in un periodo storico in cui stavano emergendo sempre più i nazionalismi. Egli pensò che fosse importante che le nazioni e i giovani di tutto il mondo avessero l’opportunità di confrontarsi nello sport anziché sul campo di battaglia. Contrariamente alle speranze del barone de Coubertin i giochi non riuscirono ad evitare le guerre, conosciamo la storia, ma ogni quattro anni fanno riemergere attraverso i valori fondanti che sono alla base dello sport, quello spirito di solidarietà, di unione e anche di sana competizione tra i popoli che non dovrebbe mai abbandonare le nostre menti. Il simbolo delle olimpiadi ne è un esempio, i cinque anelli rappresentano i cinque continenti e l’universalità dello spirito olimpico, idealmente uniti, ci fanno comprendere l’aiuto reciproco, il sostenersi a vicenda che in un periodo storico come il nostro inevitabilmente ci porta a fare dei parallelismi con la vita di tutti i giorni. La crisi è ormai chiara anche ai sordi e ai cechi.. giornalmente siamo bombardati dai media che ci riportano dati ISTAT spaventosi e abbiamo ormai imparato a prendere confidenza con termini come Bund o Spread. Ritengo determinanti i passi in avanti fatti sul tema scudo anti-spread e sono convinto che anche a livello Europeo, nonostante i continui tentennamenti della Germania, si sia giunti alla conclusione che è insostenibile per qualsiasi paese sopportare certi differenziali dai titoli di stato tedeschi. Serviva uno strumento che mettesse a riparo dalla speculazione finanziaria gli stati che hanno i conti in regola (sottolineo in regola, perché qui nessuno chiede che gli venga regalato nulla). L’Italia al momento non farà ricorso al fondo al fondo salva stati, almeno così afferma Monti, ma non si esclude nulla nel prossimo futuro. Che sia la volta buona che in Europa si sia compreso finalmente che se vogliamo essere considerati un corpo unitario, forte e credibile nel mondo forse serve la collaborazione di tutti. In questo le Olimpiadi e più in generale lo sport forse possono indicarci la via da seguire…. insieme come una vera squadra possiamo raggiungere ottimi risultati. 


Powered by Buildforyou - Creazione siti web

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress | Designed by: video game | Thanks to seo services, seo service and Etiketten drucken