PD Piemonte: Incontro sul lavoro

 

 

 

07.02.2015_INVITO-Ministro-Poletti-600x834

 

 

Il Partito Democratico della regione Piemonte ha organizzato un interessante appuntamento sul tema del lavoro, il 7 febbraio 2015 ore 10.00 presso la Sala Conferenza della Galleria d’Arte Moderna a Torino. Il titolo dell’appuntamento è “Rilanciamo il lavoro in Piemonte”, le forze sociali dialogano con il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti.

Città di Collegno: elezioni comitati di quartiere

 

ComitatoDiQuartiere

 

Si avvicinano le elezioni dei comitati di quartiere a Collegno, che avranno luogo domenica 1 marzo 2015 dalle ore 9.00 alle ore 20.00. Si possono candidare tutti coloro che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età o che siano titolari e/o rappresentanti di un’attività commerciale, professionale o produttiva sempre del quartiere dove si candidano. Nei prossimi giorni si svolgeranno le  assemblee pubbliche dei comitati di quartiere. In questa sede sarà possibile manifestare la propria candidatura. Qui di seguito riporto le date delle  Assemblee comitati di quartiere. Partecipate numerosi!

 

Je suis Charlie

20150107-je_suis_charlie_hebdo

La violenza perderà sempre contro la libertà

 

In questi ultimi giorni del 2014 e nei primi del 2015, due attacchi sono stati portati alle sedi del PD in provincia di Torino: alla sede di Pinerolo e alla sede della vicina Alpignano. Due raid vandalici ad opera per ora di ignoti, senza conseguenze gravi se non i danni alle cose. Il Segretario provinciale del PD di Torino Fabrizio Morri ha dichiarato: “Ci rifiutiamo di considerare “normale” che le sedi di una forza politica possano impunemente essere fatte oggetto di continui atti di teppismo politico.”

La violenza non è mai una valida risposta. La violenza perderà sempre contro la libertà. 

Non è perciò fuori luogo accostare questi e altri atti vili, seppur minimi a confronto, con quanto di orribile è avvenuto oggi, 7 gennaio 2015 a Parigi, contro il giornale Charlie Hebdo. “Un attentato terribile che scuote le coscienze e gli animi dell’Europa. Esprimiamo solidarietà ai giornalisti, alle famiglie delle vittime e a tutto il popolo francese. Quanto avvenuto oggi non c’entra nulla con la religione: è un atto terroristico barbaro e violento. Colpire la libertà di stampa e di espressione significa minare le basi della democrazia e della tolleranza. Sono convinto che su questo terreno l’Europa e il mondo civile combatteranno una battaglia comune a difesa della pace e contro il terrore”. Così Enzo Amendola, responsabile Esteri del partito Democratico.

Non esiste religione al mondo che giustifichi questo operato: è la solita distorsione che il totalitarismo opera per darsi dignità di fronte al caos. Povertà, criminalmente mantenuta; ignoranza, puntualmente indottrinata; violenza, quotidianamente resa semplice e banalizzata. Questi sono i nemici. La religione è una crosta di vernice che non regge neppure ad un alito di fiato: soffiamola via dal discorso. Occorre mettere in luce chi paga queste azioni, chi le progetta, chi realmente trae guadagno da queste dinamiche.

Non è una questione di razza o popolo o nazione. Uno dei due poliziotti barbaramente trucidati si chiamava Ahmed e serviva, da poliziotto, il suo Paese. Da un lato ci sono i barbari assassini feroci, dall’altro, tutti gli altri nessuno escluso.

Continuiamo a rispondere con le nostre uniche “armi”: pace, dialogo, inclusione, educazione, buona politica per il bene comune.

 

– Tratto da www.pdcollegno.it –