I PRIMI RISULTATI IN PIEMONTE E I 10 TEMI PER SOSTENERE LA MOZIONE DI MATTEO RENZI.

I circoli del Partito Democratico in Piemonte continuano a riunirsi, a votare, a scambiarsi idee e a confrontarsi. Questo è un esercizio di democrazia che molti partiti o pseudo tali dovrebbero imparare a fare. Ad oggi si sono svolte 119 riunione su 253, con la partecipazione totale di 3.995 iscritti su 6.823 totali, pari cioè al 58,55%. Di seguito vi riporto i dati parziali ed ufficiosi (il cui calcolo definitivo spetta come previsto dai punti 13 e 14 del Regolamento, alle singole commissioni provinciali per il Congresso):

 

Andrea ORLANDO 1.218 voti pari a 30,59%

Michele EMILIANO 92 voti pari al 2,31%

Matteo RENZI 2.672 voti pari al 67,10%

 

Per quanto mi riguarda sto sostenendo con forza la mozione di Matteo Renzi e i risultati li ritengo abbastanza confortanti, ma aspettiamo la conclusione di tutte le riunioni di circolo, non solo in Piemonte, per festeggiare. Qui di seguito 10 buoni motivi per scegliere la mozione che sostengo, andiamo avanti! Sono sicuro che otterremo un ottimo risultato.

 

IMG_1142

 

 

Gianluca Treccarichi

#incammino con Matteo!

Siamo in una fase, in un momento storico, economico e politico certamente particolare. Il fatto che alcuni paesi a noi vicini appartenenti all’eurozona abbiano eletto, in questi ultimi due anni, capi del governo portatori di un’idea, di una linea politica nazionalista, deve inevitabilmente farci accendere un campanello di allarme. Ma andando oltre il nostro contesto europeo, prendere atto che in uno stato come gli Stati Uniti, paese che per definizione rappresenta e ha rappresentato anche in passato quell’ideale di libertà e di unione tra culture diverse, venga eletto Trump, che ha compiuto la scalata alla Casa Bianca con una campagna elettorale marcatamente basata sull’innalzamento di muri e sul protezionismo, deve per forza portarci a fare una riflessione.

E’ un mondo che ha paura, mosso dalla paura. Sarebbe utile ricordare che proprio la paura è il terzo strumento, dopo droga e petrolio, attraverso cui si possono creare ingenti profitti (per alcuni). Perché quando si ha paura si dipende, ci si affida, si smette in molti casi di essere lucidi, si crede alle facili promesse, quelle che più ci tranquillizzano.  Leggi tutto “#incammino con Matteo!”

Ancora una volta, NO AL FASCISMO!

In questa epoca potrebbe risultare, forse per alcuni inutile e ridondante parlare di provvedimenti che mirano a dire ancora una volta NO al Fascismo. Eppure ritengo personalmente che abbia eccome la sua utilità.

Uno degli ultimi consigli comunali è stato l’occasione per discutere di chi imbratta i muri della nostra città con simboli (in gergo in cosiddetti tag) che causano in molti casi danni anche a strutture considerate patrimonio artistico. Questi segni, pur rappresentando un grave problema non hanno un senso se non quello di “marchiare il territorio” o di sfidare quasi un altro gruppo di taggers. Non ledono direttamente la nostra morale, la nostra etica, la nostra sensibilità, o non allo stesso modo come la visione di una svastica o di una croce celtica. Ma a mio avviso non sono allarmanti solo i simboli o anche le frasi che inneggiano all’ideologia fascista è preoccupante a mio avviso l’ondata di crescente consenso che tale retaggio storico ha sulle nuove generazioni che vede nel fascismo e quindi nel razzismo, ad esso storicamente collegato, la soluzione ai problemi della nostra società. Non è neanche da sottovalutare la gravità dell’utilizzo dei social per promuovere e diffondere immagini di propaganda fascista con la leggerezza di una condivisione.

A poco servono ne sono plausibili le giustificazioni degli odierni filofascisti i quali si ostinano erroneamente ad affermare che il manifestare tali ideologie appartenga alla libera espressione di pensiero e che anzi, è lo Stato e le sue norme vigenti, che sono discriminatorie nei loro confronti. In realtà le norme ci sono e sono ben chiare e quelle si, è inutile ripeterle. Con questa mozione desideriamo continuare ad alimentare la lotta al fascismo promuovendo soprattutto la conoscenza, specialmente come affermiamo nel documento, nei più giovani, nel futuro, perchè sono proprio loro che molte volte per mancanza di conoscenza, fraintendono i concetti e tendono, attraverso queste ideologie, a dare risposte semplicistiche a problemi di grande complessità come l’immigrazione, l’integrazione sociale o la solidarietà.

 

Gianluca Treccarichi

 

Il ruolo delle donne durante la resistenza di Vanda Bernardini

 

 

In avvio il progetto di realizzazione dell’impianto di Pump-Track a Borgata Paradiso.

Molti cittadini nei giorni scorsi mi hanno chiesto cosa stia avvenendo nell’area verde nei pressi dei giardini Catarzi tra via Sassi e via Manzoni. L’area, come molti sapranno è stata oggetto di occupazioni abusive da parte di alcuni senza tetto, nei mesi scorsi. Dopo essere stata sgomberata e dopo essere stata ripulita sta per diventare il sito in cui verrà realizzato l’impianto cittadino di Pump Track. Questa attività sportiva, che ha riscosso molto successo, e che vede tra i suoi praticanti sia giovani che meno giovani, viene praticata in mountain bike e siccome non tutti sanno di cosa si tratta ho pensato di postarvi anche un video qui sotto.

[wpdevart_youtube]9UfJyRwt88o[/wpdevart_youtube]

 

L’impianto che nascerà a Collegno, verrà creato grazie all’iniziativa promossa dalla nostra Amministrazione, sul bilancio partecipato. Qualche mese fa, era stato indetto un concorso in tutti i quartieri della nostra Città, all’interno del quale erano state presentate diverse idee dai proponenti, suddivise per quartiere. Questo progetto è quello che nel quartiere di Borgata Paradiso si è classificato al primo posto con 151 voti, ed è stato a dire il vero, il più votato nella Città di Collegno. L’intento sarà quello di realizzare nei prossimi mesi un circuito in terra fatto di curve, salti, salite e discese completo di tutto ciò che servirà per praticare questa divertente attività. L’impianto sarà aperto a tutti e si propone l’obiettivo di coprire un’ampia fascia di utenti, dai bambini a gli adulti. Siamo convinti che il progetto avrà sicuramente successo e rappresenterà una divertente novità!!! Concludo ringraziando Scundi Alessandro l’ideatore del progetto. Vi aggiornerò sull’avanzare dei lavori!

 

Gianluca Treccarichi