RIFLESSIONI POSTBALLOTTAGGIO DEL 25.06 A CURA DI DARIO LORENZONI.

 

 

2017-07-03-PHOTO-00001146

 

Ieri si sono conclusi i ballottaggi per l’elezione dei sindaci a cui non era bastato il primo turno. L’aspetto più rilevante e certamente preoccupante, per quanto mi riguarda, è la desertificazione degli elettori. Certo il periodo vacanziero non ha aiutato, ma le percentuali sono davvero molto basse. La mia sarà un’analisi controcorrente, ma io non vedo vincitori. Da anni ormai il paese e diviso, sostanzialmente, in tre: centrosinistra (PD), centrodestra (FI-Lega) e M5S. In conseguenza della pessima gestione della capitale d’Italia, al primo turno il movimento di Grillo ha perso una valanga di voti, non vincendo quasi da nessuna parte e rimanendo fuori dai ballottaggi. 

Risulta evidente  a chiunque frequenti la rete, che la “pancia” del movimento è animata soprattutto da livore e disprezzo nei confronti del PD. Un odio che va oltre la razionale critica politica; e risultava altrettanto evidente immaginare che, di fronte ad una scelta tra PD e FI-Lega, gli elettori del M5S avrebbero votato quasi tutti per i secondi, con i quali condividono certamente molto in termini di ideologie, basti pensare alle convergenze sui temi dell’immigrazione, su quello della gestione dei campi nomadi e, come si è visto a Torino, sulla gestione dell’ordine pubblico. Era dunque prevedibilissima una affermazione del centro destra, che ha potuto attingere dal grande serbatoio M5S, ma se fossi in Berlusconi non canterei vittoria: quei voti sono solo “in prestito”, una reazione dovuta al contesto, e sono pronti a tornare dal padrone (Grillo). 

Anche qui a Grugliasco, se avessimo dovuto affrontare il ballottaggio, il PD avrebbe certamente faticato parecchio, dovendo affrontare un centro destra di per sé non così aggregante, ma che avrebbe senza dubbio ricevuto la spinta rabbiosa degli elettori M5S, pronti a tutto, pur di non far vincere il centro sinistra. Ritengo quindi fondamentale il grandissimo impegno e la fatica spesi dal Sindaco e da tutto il partito, che ha consentito una vittoria immediata, fondamentale per non finire in mano a persone impreparate o inadeguate, o ad un centro destra che fino ad oggi, più che ad un sincero liberismo capitalista, in Italia ha dato prova di vicinanza ad affarismo torbido e clientelare.

 

Dario Lorenzoni

L’IMPORTANZA DEL RUOLO DI FIN PIEMONTE PER LE PICCOLE-MEDIE IMPRESE NELLA NOSTRA REGIONE.

Con l ‘approvazione della delibera di indirizzo da parte del Consiglio Regionale si conclude il percorso di trasformazione di fin Piemonte in intermediario finanziario iscritto al testo unico bancario. La nuova Fin Piemonte e’ stata dotata, da parte della Regione, di un capitale di 600 milioni e  oggi rappresenta la seconda finanziaria per capitalizzazione d’ Italia! 

Questa nuova veste e dotazione finanziaria permetterà di erogare alle PMI nuove provviste finanziarie, ampliare l’accesso ai canali finanziari alternativi e complementari al sistema bancario e mettere a disposizione del Piemonte una dote finanziaria importante per far nascere crescere e sviluppate le nostre imprese. Solo nel 2017 sono previste misure per 100 milioni. Uno strumento nuovo e importante per il sostegno delle imprese. Accanto alla nuova Fin Piemonte prosegue l’attività tradizionale di gestione dei fondi europei.

Per chi volesse avere ulteriori informazioni vi consiglio di consultare il mio blog www.raffaelegallo.it, nella home page troverete altre informazioni utili sul tema.

Raffaele Gallo 

VICINI ALLE ESIGENZE QUOTIDIANE DEI NOSTRI CITTADINI.

Schermata 2017-06-22 alle 10.59.58

La nostra attività consiliare continua e come amministrazione continuiamo ad avere grandi idee per la nostra Città. Continuiamo a pensare che Collegno, data la sua storia, debba continuare ad essere, come lo è sempre stato, il punto di riferimento della zona ovest di Torino. Ci rendiamo anche conto però che la crescita del nostro comune non può passare solo attraverso progetti vitali come Collegno Rigenera, il prolungamento della linea 1 della Metropolitana o la volontà di fare in modo che l’Università di Torino possa portare una parte dei suoi corsi di studio nella nostra Città. Tutti questi sono progetti importantissimi per i quali lavoriamo alacremente ogni giorno ma sappiamo che la nostra Collegno deve continuare ad essere vicina ai nostri cittadini e alle loro quotidiane esigenze.

Diventano quindi di vitale importanza tutti gli interventi che l’Amministrazione si sta prodigando nel fare per quanto concerne il rifacimento di strade, marciapiedi e piazze in Città. Per alcuni può essere cosa di poco Leggi tutto “VICINI ALLE ESIGENZE QUOTIDIANE DEI NOSTRI CITTADINI.”