SHARING MONOPATINI: MIGLIORIAMO INSIEME GLI STALLI VIRTUALI IN CITTA’.

Come sempre accade gli uffici tecnici della Città di Collegno si lasciano alle spalle un’altra settimana di duro lavoro.

Sono quasi due mesi che è attivo il servizio di sharing dei monopattini in Città, una sperimentazione che ha visto il gradimento di molti cittadini ed ha suscitato molta curiosità non solo negli appassionati della mobilità a ridotto impatto ambientale. La nostra Città è da sempre molto attenta alla mobilità sostenibile e a fornire nuove opportunità e nuove strutture in grado di incentivare metodi di spostamento a ridotte emissioni di CO2. E’ in quest’ottica che abbiamo deciso di aderire al bando della Città Metropolitana che aveva come obiettivo quello di provare a raccogliere la disponibilità delle società fornitrici di servizi in sharing a raggiungere i territori limitrofi alla Città di Torino. Sulla scorta di questo bando abbiamo deciso quindi di selezionare gli operatori con criteri precisi, sottoponendo loro inoltre un dettagliato regolamento che servirà per disciplinare l’erogazione del servizio sul nostro territorio, consentendoci di monitorarlo con attenzione.

Abbiamo deciso di accogliere tre operatori per i monopattini elettrici in freefloating, un operatore freefloating di biciclette tradizionali e a pedalata assistita, un operatore station based di biciclette tradizionali e a pedalata assistita e due operatori di scooter elettrici in freefloating. La definizione “station based” significa in sostanza che i mezzi in sharing vengono ricoverati agganciando gli stessi a postazioni fisse, la definizione “freefloating” sta a significare invece che tecnicamente i mezzi sono a sharing libero senza postazioni fisse. Se quindi per i mezzi in station based il posizionamento su strada è per definizione in spazi dedicati, quello in freefloating abbiamo deciso che a Collegno fosse organizzato all’interno di spazi delimitati definiti “stalli virtuali”. Questa scelta, che caratterizza Collegno, nasce dall’esigenza di preservare il più possibile l’ordine e la sicurezza in città. Solo all’interno di questi stalli è possibile infatti iniziare e finire lo sharing dei mezzi.

Il 25 gennaio scorso avevamo dato il benvenuto ai primi due operatori di monopattini in sharing, Bird e Dott e ve ne avevo parlato in questo articolo. Qualche giorno fa abbiamo invece dato il benvenuto al terzo operatore e ne abbiamo parlato in un video (questo) in diretta sulla Pagina Facebook della Città di Collegno.

Negli ultimi giorni abbiamo provveduto ad adottare alcune migliorie negli oltre sessanta stalli virtuali, migliorandone la posizione, la grandezza, la tracciatura, al fine di soddisfare al meglio le esigenza dei nostri cittadini che ci hanno segnalato anche qualche suggerimento importante. La partecipazione positiva in questa fase sperimentale è stata tanta e davvero molto gradita con contributi che sono arrivati anche dai comitati di quartiere della nostra città che sono riusciti, anche in una fase così complicata, a raccogliere spunti e riflessioni di molti concittadini. Ma i suggerimenti non sono arrivati solo da questi ultimi. In queste ultime settimane un’attenta e puntuale interlocuzione con l’U.I.C.I, l’unione italiana ciechi ed ipovedenti, ci ha portato a ragionare su alcuni miglioramenti sul posizionamento degli stalli nel rispetto di chi purtroppo convive con certe limitazioni, aiutandoli nel garantire percorsi sicuri e nel rispetto di tutte le abilità. Di questo vi avevo raccontato lo scorso 2 marzo in questo articolo.

La risistemazione degli stalli avvenuta in questi giorni si protrarrà anche per le prossime settimane e sarà finalizzata a rendere alcuni stalli definitivi, ma anche a sperimentare nuovi posizionamenti di alcuni nuovi stalli di cui si renderà necessaria la creazione, visto anche il largo utilizzo giornaliero che viene fatto in città di questi mezzi. In alcuni punti della città noterete inoltre che gli stalli sono stati arricchiti di micro-spazi in cui sistemare i monopattini in modo ordinato, come si vede nella foto qui sotto. Raccomandiamo a tutti di posizionarli come suggeriscono le linee, in fin dei conti una città ordinata fa piacere a tutti!

Per il momento a parte qualche caso isolato, devo dire che anche i collegnesi si stanno comportando molto bene e infatti la maggior parte dei fruitori di questo servizio ho notato che li utilizza in modo corretto, continuiamo così, migliorandoci ancora! Lo sharing di questi strumenti può essere una buona opportunità di spostamento per le brevi distanze, se lo rispetteremo sono certo che sarà un vantaggio per tutti.

Add Comment